idiozia.

26 settembre 2017 § Lascia un commento

confermata la schizofrenica idiozia di fabio fazio anche su rai1: mezz’ora a sdilinquirsi con ennio morricone e poi, senza nemmeno aspettare che il maestro abbia lasciato lo studio, eccolo subito a esaltarsi per un’infima canzonetta estiva e una banale fiction rai. avanti così, continuate a scavare.

Annunci

bob.

25 maggio 2017 § Lascia un commento

Al di là di gusti musicali che sono sempre personali e di più o meno finti moralismi che non mi interessano, ma vi sembra normale che in una sola sera intervistino Rovazzi prima su RaiUno e poi su RaiTre? Uno che in un anno ha fatto tre pezzi idioti e immagino nessun concerto? Il nostro umilissimo paraculo ha poi concluso affermando che lui non è affatto un cantante ma sicuramente è pronto a fare cinema, come si può evincere dal suo ultimo video pieno di importantissimi ospiti, è questa la sua strada naturale. Ma sì. Davanti a una notizia del genere che cosa si può obiettare: è il mercato, bellezza! D’altronde lo stesso Lynch ha annunciato di aver smesso con il cinema, tutto è cambiato e nessuno vuole più i suoi film, e perciò l’immenso INLAND EMPIRE rimarrà il suo ultimo. Meno male che ci ha lasciato altre 18 ore da scoprire e godere, grazie maestro, e il paradosso è che siamo tutti qui ad aspettare spasmodicamente. Ma in che cazzo di mondo viviamo. Buongiorno notte, e che Bob venga a prendervi tutti.

internazionale.

3 febbraio 2017 § Lascia un commento

ma quanto cavolo di importanza intellettuale e politica state dando a questo bello figo la cui massima aspirazione era probabilmente cantare quattro cazzate con gli amici e magari guadagnarci qualche soldo su? il declino culturale italiano si vede proprio da questo, dal fatto che adesso per dichiararsi antifascista e antirazzista bisogna sostenere un ventunenne che probabilmente non ha alcuna coscienza politica di quello che sta succedendo, che appunto voleva solo cazzeggiare con gli amici e il massimo che può risponderti è “guarda il cazzo che me ne frega”. ma veramente state facendo? io sinceramente mi rifiuto di dare una dignità intellettuale e politica a questa cosa, devono esistere altri modi per riflettere sul fascismo e il razzismo… se poi oltre a riconoscere una certa coscienza politica a bello figo, dobbiamo farcelo piacere anche “musicalmente” (?), allora stiamo proprio a pezzi. no grazie, a questo punto meglio i ragazzini che se lo godono così, senza alcuna sovrastruttura “intellettualoide”, perché questa è solo roba da ragazzini, nata principalmente per il cazzeggio… grave che in italia succeda tutto questo putiferio (razzista da un lato, intellettuale dall’altro) per una cosa del genere, così “piccola”… ma che dobbiamo fare, l’italia è un paese fondamentalmente infantile.

estiva.

21 ottobre 2016 § Lascia un commento

l’estate volge ormai al termine (?), mi sembra quindi un buon modo di celebrarla (ri-)postando una mia vecchia playlist (incredibilmente – credeteci! – l’unica che abbia mai fatto, ché ai miei tempi si facevano le cassette) compilata qualche estate fa, quando era tutto abbastanza diverso… buon ascolto, a chi ascoltare vorrà. 🙂
“Now you’re lost//Lost in the heat of it all”
 

solitario.

12 agosto 2016 § Lascia un commento

ieri per la prima volta ho sentito l’epilettica canzoncina dell’estate, quella che cantano/parlano tutti, ma la cosa non mi ha fatto nemmeno venire voglia di postare un meme, quindi presumo sia proprio completamente fuori dal mondo (o troppo vecchio, poco divertente, snob… a piacere vostro); d’altronde già questo ritardo la dice lunga. una volta gli occhiali da sole donavano almeno carisma e sintomatico mistero, adesso al massimo nascondono droga e vacuità, e per quanto riguarda il carisma, che dire, siamo proprio caduti in basso, ci accontentiamo di poco. che pesantezza, lo so, me lo dico da solo, pensate che nemmeno i gelati mi danno più soddisfazione… ma com’è difficile restare calmi e indifferenti davanti all’idiozia musicale… vado a farmi un paio di birre, dai.
 
“Passammo l’estate su una spiaggia solitaria, e ci arrivava l’eco di un cinema all’aperto, e sulla sabbia un caldo tropicale, dal mare. E nel pomeriggio, quando il sole ci nutriva, di tanto in tanto un grido copriva le distanze, e l’aria delle cose diventava irreale. Mare mare mare voglio annegare, portami lontano a naufragare, via via via da queste sponde, portami lontano sulle onde”.

patatine.

11 luglio 2016 § Lascia un commento

Voi siete lì che guardate i mondiali e/o postate indignazione a gò-gò come se questo davvero potesse cambiare lo stato delle cose, e intanto ieri sera alzo lo sguardo ed ecco una nuova patatineria inaugurata a Napule, proprio in mezzo a Lombardi e Gay-Odin (curiosità: ma prima delle patatinerie, che cacchio c’era in questi buchi angusti?). Una marea di gente che mangia patatine fritte come se fosse l’ultima novità creata da buongustai alieni, follia totale. Se fai 100 metri più avanti, lungo San Sebastiano, ce ne sono altre due di patatinerie, una di fronte all’altra (ma se ti scocci di camminare troppo basta allungarti giusto dal greco più sopra o dal kebabbaro più sotto, sempre patatine fanno). Un’altra patatineria sta più o meno di fronte al Modernissimo, e un’altra aprirà a piazza Dante. Se scendi lungo via Roma non te lo dico proprio quante ne trovi, e un’altra nuova ne ho vista pure a via San Biagio dei Librai. Ora io mi chiedo: siamo forse la cavia di un enorme esperimento OGM della CIA, o che? Come ha detto un mio amico ieri sera, “‘O fritt’ ‘nguoll”. Napoletani, arripigliatevi!!

 

(Napoli, 2 anni fa)

lungomare.

24 giugno 2016 § Lascia un commento

Primo giorno in bici, e ho già qualcosa da scrivere nei miei ‪#‎diaridellabicicletta: un trans modello Divine/moiraorfei in bikini e tutta truccata che prende il sole beatamente distesa su una panchina, la testa poggiata in grembo al suo giovane e innamoratissimo fidanzato che le sussurra parole d’amore. Per oggi è andata, potrei anche ritenermi soddisfatto, grazie Napoli per il “lungomare più bello del mondo” (dove c’è anche gente che si fa il bagno tra barche e lamiere, un po’ umiliante, direi). Intanto c’è Action Bronson che mi canta nelle orecchie di amori non corrisposti, Action che in questi giorni se ne è andato in giro per Napoli per il suo programma di cucina e chissà quante pizze fritte si sarà strafogato.

“I’m not exactly flawless, but I’m gorgeous”

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria scemenze su granelli.