abbandoni.

20 gennaio 2018 § Lascia un commento

christopher thomson, “the new wild – life in the abandoned lands”.

un film molto interessante. complicato, difficile da seguire, ma anche molto intenso e poetico. il regista, londinese, ha passato cinque anni in friuli, affascinato da queste terre abbandonate. paesini dove fino a poco fa viveva l’uomo, ma che poi sono stati abbandonati, soprattutto per ragioni economiche. la natura si sta riprendendo tutto, entra in queste case fagocitandole, e facendole proprie. vengono mostrati anche alcuni tentativi da parte dell’uomo di far rivivere questi luoghi. ma di certo questo non è un documentario di stampo classico, niente interviste, nessuna scena. più che altro una serie di fotografie in movimento, e una riflessione profonda. qui è la natura a parlare, per chi sa ascoltare.

Annunci

propositi.

4 gennaio 2018 § Lascia un commento

Woody Guthrie, “Buoni propositi per l’anno nuovo” (1943).
woody-guthrie-resolutions-1943

  1. Lavora di più e meglio.
  2. Lavora secondo un programma.
  3. Lavati i denti, se ne hai.
  4. Sbarbati.
  5. Fatti un bagno.
  6. Mangia bene: frutta, ortaggi, latte.
  7. Non esagerare col bere, se proprio devi.
  8. Scrivi una canzone al giorno.
  9. Indossa vestiti puliti, e curati.
  10. Lustrati le scarpe.
  11. Cambiati i calzini.
  12. Cambia spesso le lenzuola.
  13. Leggi un sacco di buoni libri.
  14. Ascolta molta radio.
  15. Impara a conoscere meglio le persone.
  16. Tieni casa pulita.
  17. Non fare il solitario.
  18. Stai allegro.
  19. Continua a sperare.
  20. Sogna bene.
  21. Metti in banca tutti i soldi che ti avanzano.
  22. Risparmia.
  23. Stai in compagnia, ma non perdere tempo.
  24. Manda soldi a Mary e ai bambini.
  25. Suona e canta bene.
  26. Balla meglio.
  27. Aiuta a vincere la guerra e a battere il fascismo.
  28. Ama mamma.
  29. Ama papà.
  30. Ama Pete.
  31.  Ama tutti.
  32. Prendi una decisione.
  33. Svegliati e combatti.

animali.

1 gennaio 2018 § Lascia un commento

come da mia personalissima tradizione, il primo album dell’anno: le canzoni cantate dal collettivo animale.
canzoni sul tornare in una vecchia casa, a fare niente con gli amici, o a tirar fuori qualche suono dalle ossa.

“non so dove andremo ma facciamoci un giro e facciamo finta di essere tutto ciò che vediamo”

auguri.

31 dicembre 2017 § Lascia un commento

«Mi auguro. Mi auguro che vengano distribuiti a tutti gratuitamente preservativi per le pene, per non metterne al mondo delle altre (il controllo della Natalità in questo caso corrisponde alla perdita di controllo della mortalità). Mosè “Amniotico” continua a rompere le acque e il bagno di sangue è perennemente occupato e allagato, da nazioni che giocano a (s)carica barile e a brucia bandiera. Mi auguro che venga inventata al più presto una sedia elettrica ma a dondolo: non avrebbe bisogno della spinta inumana, per uccidere chi ha sbagliato, ma lo cullerebbe nel perdono dato. Mi auguro anche che sia istituita una nuova commissione parlamentare o extra parlamentare: la commissione degli Errori, proprio per commetterne sempre meno e non usar più due pesi e milioni di misure in tutti i campi, soprattutto quelli dove siamo rappresentati da spaventapasseri. Mi auguro che, siccome è stato perso del tempo, chi lo avesse ritrovato lo porti al più presto a chi quest’anno ormai non ne ha più. E il resto? Non solo spiccioli, mi auguro». (Alessandro Bergonzoni)

capo/danno.

30 dicembre 2017 § Lascia un commento

Si muove così piano. Cresce così bene. Prende così bene. È come se fossero del giro. E sono qui da sempre. Cresce così bene. Si muove così piano. Prende completamente. È come se fossero del giro. E sono qui da sempre. Questo è nostro. Prendiamocene ancora. Fai un rapido calcolo. Controlla tra dieci anni. Tutto completamente a puttane. Prima comprali, poi chiudili. Rifallo in ogni città. Ogni città sarà uguale. Questo è nostro. Prendiamocene ancora. Cinque multinazionali. C’è uno schema, qui.

voodoo.

12 novembre 2017 § Lascia un commento

«SONO LIETO di annunciarvi che i Black Grape sono tornati in pista, e con un album che spacca il culo. I giochi di parole di Shaun, dispiegati in modo devastante, centrano l’obiettivo sia che colpiscano bersagli ovvii come Trump sia quando sono alle prese con altri più oscuri, lo scoprirete da soli. Il mondo è paralizzato attualmente, e la stronzaggine regna sovrana, spacciata in modo subdolo per candore. Mai come oggi abbiamo bisogno di quel mix di sfacciataggine di strada e intelligenza mancuniana. Quest’album ne ha a pacchi». (Irvine Welsh, scrittore)

«Quando abbiamo parlato a Youth gli abbiamo spiegato che volevamo ficcare nel mix Beach Boys, Geto Boys, Bee Gees, fare un mischione e uscircene con qualcosa di nostro». (Shaun Ryder, musicista)

correre.

12 agosto 2017 § Lascia un commento

Britain Athletics Worldsperennemente fischiato dal pubblico per essere risultato positivo al doping 10 anni fa (e quindi squalificato per 4 anni), e di 4 anni più vecchio dell’amatissimo campione e rivale di sempre usain bolt per il quale questa sarà la gara d’addio (finirà terzo), justin gatlin fa una rimonta incredibile e si va a prendere l’oro diventando così il vincitore più anziano di sempre (35 anni) nei 100m mondiali. confermata la vittoria, gatlin si inchinerà davanti a uno stupito bolt (che gli dirà che non si merita i fischi, ha lavorato duro per vincere) e intervistato dichiarerà di tifare lui stesso per usain. lui, il vincitore. il pubblico continuerà poi a festeggiare l’addio del terzo arrivato, mentre il vincitore si lascerà andare a un pianto di rabbia e di gioia e a un solitario giro di campo avvolto dalla bandiera americana. da qualunque parte la si guardi, su questa storia c’è molto da riflettere e – soprattutto – c’è molto da imparare. grandissimo gatlin. guardate il suo sguardo prima di partire, concentratissimo e sicuro di sé, sa già che vincerà.

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria correre su granelli.