suzanne.

15 luglio 2015 § Lascia un commento

canzone delle due e qualcosa, per chi non c’era. una di quelle canzoni che vanno al di là del proprio autore, come se fossero state scritte da qualcuno al di là dell’umano. quasi tutti possono cantarle, tutti possono sentirle. canzoni di solito scritte da giovane, ma che forse capisci davvero solo da vecchio. un po’ la dolce fregatura di questa vita, ovvero quando sai quello che avresti voluto dire solo quando sei già per le scale che te ne stai andando. è per questo che si scrive qualcosa, credo, per toglierti di mente ciò che non sei riuscito a dire. perché tutti hanno incontrato una suzanne, e tutti ci siamo sentiti soli come gesù cristo. grazie, mr. cohen.

“And Jesus was a sailor when he walked upon the water,
And he spent a long time watching from his lonely wooden tower,
And when he knew for certain only drowning men could see him,
He said “all men will be sailors then until the sea shall free them,”
But he himself was broken, long before the sky would open
Forsaken, almost human, he sank beneath your wisdom like a stone”

Annunci

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per luglio, 2015 su granelli.