Ai sogni.

7 gennaio 2011 § Lascia un commento

Ancora vivo in tutte le mie vecchie case
e porto occhiali neri anche dentro
e divido in segreto il mio letto
con i fantasmi, e vado in cucina
 
dopo mezzanotte a controllare il rubinetto.
Esco in ritardo e quando arrivo a scuola
nessuno ha l’aria di riconoscermi.
Mi siedo, rinnegato, segregato, appartato.
 
Solo di notte aprono questi piccoli negozi
in cui faccio i miei acquisti discreti,
questi cinematografi clandestini in quartieri brutti
che ancora proiettano sgranati film della mia vita.
 
L’eroe sempre pieno di speranza eccessiva
che alla fine perde tutto? – qualunque cosa fosse –
e poi esce al freddo, dove l’incredula luce
aspetta a labbra strette.
 
 
Charles Simic, da Club Midnight.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Ai sogni. su granelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: