Un finale molto horror e poco fantastico. (11/06/2006)

29 giugno 2006 § 2 commenti

kontrollSolo due film due per l’ultima giornata del Napoli Film Festival, la settima, due film da cui mi aspettavo comunque molto, e invece.
Il primo appartiene alla sezione “Finestra sull’Oriente – Giappone” ed è un horror chiamato I 13 vicini (Giappone, 2005) di Yasuo Inoue, anche se io sospetto che, considerata la traduzione inglese e la trama, il titolo esatto e più sensato debba essere Il vicino del appartamento numero 13, o qualcosa del genere.
Tratto da un manga di culto, questo film racconta la storia di Yuzo, un ragazzo che da piccolo fu maltrattato e picchiato dal bullo della scuola Akai ma adesso, ormai grande, è deciso ad avere vendetta (un tema che va di moda ultimamente); è come se fosse cresciuto un doppio dentro di lui, un doppio cattivo (qualcuno ha detto Dr. Jekyll e Mr. Hide?) il cui scopo è quello di uccidere Akai. L’atmosfera del film è tesa e alienante, e anche se qualche trovata particolare c’è (il racconto a cartoni animati, i flashback deliranti che ci mostrano l’interazione tra Yuzo e il suo doppio), questo horror giapponese si rivela proprio come tutti gli altri horror giapponesi che ho visto: per metà del tempo mi sono annoiato e per l’altra metà non ho capito quello che stava succedendo…
E poi, diciamoci la verità, in questo film di horror ce n’è ben poco.
Spero non arrivi mai in Italia, nemmeno d’estate.
Il secondo film della (mia) giornata è Kontroll (Ungheria, 2003) di Nimrod Antal, per la sezione “Panorama EuroMed”; all’epoca dell’uscita nelle sale italiane ne avevo sentito un gran bene e anzi m’era pure dispiaciuto essermelo perso, ma anche questo film alla fine s’è rivelato abbastanza deludente.
L’idea di partenza è anche buona, ovvero girare un intero film tutto underground, in una metropolitana cioè, una metropolitana di un paese dell’Est con tutti i personaggi e le relative storie che ne conseguono, ma il risultato è assai scarso. Certo si respira un atmosfera onirica tra il magico e il reale, ci sono dei bei personaggi (sia tra i controllori che tra i clienti della metro) che fanno sembrare Budapest una città di pazzi (ma attenzione al disclaimer posto a inizio film!), però tutta questa materia è gestita molto male, questo film sembra un mosaico i cui pezzi non vanno a incastrarsi bene l’uno con l’altro, ma anzi si allontanano entropicamente l’uno dall’altro, e in conclusione questo film si rivela irrisolto.
È un peccato perché la materia di partenza avrebbe potuto rendere molto di più e qualche buona idea c’è, però tutto rimane così, sospeso e inconcluso, lasciando lo spettatore confuso e annoiato.
E questo è.
 
 
 
 
THE END
Annunci

§ 2 risposte a Un finale molto horror e poco fantastico. (11/06/2006)

  • foodfordogs ha detto:

    “io la partita l’ho vista a rotondi, al non solo rock bla bla..”

    gnè gnè gnè!

    P.S.: com’è stato? Ma sii delicato..

    Mi piace

  • foodfordogs ha detto:

    uh..come mi dispiace..non sei riuscito a sentire i jennifer G…

    (tiè)

    😀

    i Kech li ho ascoltati a Milano qualche annetto fa. Più che altro, mi sono sembrati simpatici, e poi la cantante aveva praparato dei biscotti a forma di K, di E, di C e di H e, in più, avevano fatto una sorta di estrazione (si vincevano magliette cd e cazzatine varie che a noi piacciono tanto). Ed acquistai il loro cd (Are you safe?).

    Magari, se stasera abbiamo un po’ più di fortuna e troviamo qualcuno che viene con noi (perchè il festival è aggratìs, ma la benzina NO -.-‘) un giretto a Rotondi lo facciamo (anche se per me nn ha molto senso).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Un finale molto horror e poco fantastico. (11/06/2006) su granelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: